PROGETTO
I VULNERABILI: spettacolo di teatro educativo per la promozione della sicurezza stradale
Obiettivi specificiInterventi
Lo spettacolo intende essere uno strumento di comunicazione efficace per la promozione della sicurezza stradale nei confronti dei ragazzi.
  • CHE FORTE ANDARE PIANO 2008 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Consulta per il volontariato di Padova
  • I VULNERABILI - tournèe dello spettacolo organizzata dall'associazione Per Non Dimenticare e dalla Regione Veneto
  • CHE FORTE ANDARE PIANO 2009 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Consulta per il volontariato di Padova
  • STRADE FUTURE 2010 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con l'associazione Experimenta e la Provincia di Rovigo
  • CHE FORTE ANDARE PIANO 2011 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Consulta per il volontariato di Padova
  • I VULNERABILI 2011 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con il Teatro Stabile di Verona e la Provincia di Verona
  • I VULNERABILI 2011 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Provincia di Belluno
  • I VULNERABILI 2011 - ourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Provincia di Venezia, PASAV e la Polizia Stradale
  • CHE FORTE ANDARE PIANO 2012 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Consulta per il volontariato di Padova
  • I VULNERABILI 2012 - tourneè dello spettacolo organizzata in collaborazione con la Provincia di Venezia, PASAV e la Polizia Stradale
  • I VULNERABILI / SAD - Sopravvivere all'AutoDistruzione 2012 - tourneè degli spettacoli organizzata in collaborazione con la Provincia di Belluno
  • I VULNERABILI 2013 - tourneè dello spettacoli organizzata in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia nell'ambito del progetto SICURAMENTE
  • EDUCARE A TEATRO 2014 - tourneè dello spettacolo I VULNERABILI organizzata in collaborazione con il Consorzio di Polizia del Nordest Vicentino
  • EDUCARE A TEATRO 2015 - tourneè dello spettacolo I VULNERABILI organizzata in collaborazione con il Consorzio di Polizia dell'Alto Vicentino
  • Inserimento : 25/06/2013
    Ultimo aggiornamento : 16/09/2015
    Regione/gruppo capofilaAnno di avvioFaseMandatiFinanziamenti
    Regione Veneto
    gruppo Compagnia Teatrale Zelda
    2008Realizzazione

    Altro

    Fondi per l'attività corrente istituzionale

    Altro
    Responsabili e gruppo di lavoroEnti promotori e/o partner
    BITTANTE FEDERICA (responsabile)
    ORGANIZZATORE, REFERENTE PROGETTO EDUCARE A TEATRO
    ZELDA - COMPAGNIA TEATRALE PROFESSIONALE

    Email: info@educareateatro.it
    Telefono: 340 9362803
    TOGNAZZO FILIPPO
    REGISTA, ATTORE, DIRETTORE ARTISTICO
    ZELDA - COMPAGNIA TEATRALE PROFESSIONALE
    Email: info@zeldasrl.com
    Telefono: 340 3105075
    Amministrazione Locale
    vari amministratori locali del territorio del Veneto, polizie locali, associazioni interessate alla promozione della salute e della sicurezza
    ;

    Associazione
    Per non dimenticare
    Come promotore; In fase progettuale; In fase di realizzazione; In fase di valutazione;

    Regione
    Regione Veneto, Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Belluno, Provincia di Rovigo, Provincia di Venezia, Provincia di Verona, Provincia di Ferrara, Provincia di Parma
    ;

    Altro ente
    Uffici scolastici regionali e provinciali
    ;

    Tema di salute prevalenteTemi secondariDestinatari finali
    INCIDENTI
    Minori
    Bambini (6-10 anni)
    Preadolescenti (11-13 anni)
    Adolescenti (14-18 anni)
    Giovani
    Documentazione
  • http://www.educareateatro.it
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Documento di presentazione del progetto: approccio e metodologia di lavoro, argomenti trattati, referenze, cv soggetti proponenti

  • 6554_articolo_i_vulnerabili.pdf
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Articolo di Filippo Tognazzo contenuto nel volume ‘Educazione alla mobilità. Un approccio trasversale alla didattica della sicurezza e alla mobilità sostenibile‘ curato da Laura Tamburini e da Loredana Czerwinsky Domenis.

  • https://vimeo.com/126371328
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Presentazione dello spettacolo I VULNERABILI e della progettualità EDUCARE A TEATRO all'interno della quale lo spettacolo è inserito

  • 6553_i_vulnerabili_-_dors.pdf
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Presentazione dello spettacolo I VULNERABILI e della progettualità EDUCARE A TEATRO all'interno della quale lo spettacolo è inserito

  • 6555_facebook___i_vulnerabili.pdf
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Estratto dal gruppo FACEBOOK de I VULNERABILI.

  • 6556_i_vulnerabili_rs_-_dors.pdf
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Estratto dalla rassegna stampa del progetto EDUCARE A TEATRO di cui I VULNERABILI fa parte.

  • Abstract
    Obiettivo generale
    Nell’affrontare il problema della sicurezza stradale è necessario sfatare la convinzione che morti e feriti da incidente siano la conseguenza inevitabile e accidentale del traffico. Non a caso le morti per incidenti stradali sono considerate dagli organismi di sanità “morti evitabili”, poiché le cause scatenanti sono per la maggior parte prevedibili. Le campagne di prevenzione e consapevolezza, unitamente allo sviluppo del senso civico da parte di tutti i cittadini e a un’attenta progettazione dei veicoli, potrebbero portare in pochi anni a una riduzione considerevole del numero di incidenti. Educare a teatro si pone l’obiettivo di contribuire alla diffusione di una campagna informativa rivolta ai giovani attraverso strumenti di divulgazione efficaci e aggiornati. È stato riscontrato, infatti, che la diffusione di una cultura della sicurezza tra coloro che, pur non essendo ancora automobilisti, sono oltre la metà delle vittime degli incidenti stradali, offre un contributo concreto alla riduzione del numero di incidenti.
    Analisi di contesto
    Esplorando il panorama dell’informazione dedicata alle questioni legate alla sicurezza stradale esistono due approcci: da un lato uno stile tecnico, con dati, simulazioni, video e dall’altro il racconto a teatro, solitamente con attori che interpretano alcune storie ispirate alla cronaca. Nel primo caso i contenuti sono molto interessanti, ma spesso la formulazione risulta poco coinvolgente, monocorde e quindi alla lunga poco assimilabile dagli studenti. Nel racconto teatrale, invece, spesso la riflessione resta a un livello troppo speculativo e perciò si rivolge agli studenti che, in qualche modo, hanno già riflettuto sui pericoli e, forse, sono meno soggetti a rischi. Inoltre esiste un sistema di comunicazione capillare e pervasivo che induce i ragazzi a comportamenti rischiosi. Tale sistema utilizza strumenti molto efficaci e studiati appositamente per il target al quale si riferisce. Molti ragazzi, infine, vivono con diffidenza e in qualche caso addirittura fastidio il teatro, come se tutto ciò che vi avviene non li riguardasse. La scommessa era di riuscire a sensibilizzare proprio loro. Poiché l’atteggiamento del pubblico previsto era aprioristicamente negativo in merito al teatro e alla sicurezza, sarebbe stato necessario sorprendere i ragazzi, guadagnando qualche minuto di attenzione nel quale sarebbe stato possibile porre le basi per un rapporto pubblico/spettatore diverso. Sono quindi state integrate discipline differenti (musica, teatro, danza, video) per fare in modo che il ritmo dello spettacolo non avesse flessioni o cedimenti e al tempo stesso risultasse chiaro.
    Metodi e strumenti
    IL TEATRO PARTECIPATO: PARLARE NON PIÙ AI GIOVANI, MA CON I GIOVANI È il coinvolgimento diretto dei ragazzi ad alimentare lo spettacolo. I giovani spettatori sono chiamati a salire sul palcoscenico e a farsi protagonisti. La tradizionale formula della conferenza-spettacolo, che affronta temi delicati e legati alla stretta attualità, si arricchisce così di nuovi stimoli e contenuti, più vicini ai giovani interlocutori. Il Teatro Partecipato trova il suo strumento principale nella relazione che si instaura con il giovane pubblico e con gli insegnanti. Sul palcoscenico il processo di comunicazione è diretto a favorire la socializzazione e a sviluppare naturalmente un’interazione positiva con i ragazzi. La contaminazione tra teatro e video, musica e danza, rende ogni rappresentazione un’esperienza dinamica e coinvolgente, dove il divertimento si accompagna alla riflessione. La compagnia mette a disposizione dei docenti che intraprendono il percorso di prevenzione a teatro materiali di approfondimento e spunti per nuove proposte di lavoro sui temi affrontati sul palcoscenico.
    Valutazione prevista/effettuata
    Fin dall’inizio è stato verificato il gradimento dello spettacolo da parte del pubblico per cercare di rendere il più oggettiva possibile la valutazione della bontà delle nostre scelte. I dati che seguono, nelle Tab. 1 e 2, sono il risultato dell’analisi di circa 2.000 questionari raccolti nelle prime 100 repliche, quando gli studenti coinvolti erano circa 30.000 (attualmente sono più di 100.000), in prevalenza studenti delle scuole medie inferiori e superiori. Per favorire la trasparenza dei risultati, i questionari sono stati raccolti ed elaborati da un ente terzo (di solito il Comune ospitante o la Polizia Locale) e quindi comunicati a noi. I risultati emersi sono sorprendenti: Tab. 1 – Questionario per gli studenti Ti sei divertito o hai trovato lo spettacolo interessante? SI 98% NO 2% Hai trovato lo spettacolo molto chiaro 52 % chiaro 44% poco comprensibile 2 % incomprensibile 2 % Credi che da oggi starai più attento al tuo comportamento sulla strada? SI 86% NO 14% Come si evince dai risultati riportati, l’accoglienza è stata pressoché unanimemente positiva, in particolare presso i ragazzi, pubblico che solitamente non risparmia critiche. Evidenziamo, inoltre, che l'86% dei ragazzi intervistati ha dichiarato che a seguito della partecipazione allo spettacolo modificherà il proprio comportamento sulle strade. Tab. 2 – Questionario per gli insegnanti Ha trovato lo spettacolo interessante? SI 100% NO 0% Ha trovato lo spettacolo molto chiaro 65 % chiaro 35 % poco comprensibile 0 % incomprensibile 0 % Ritiene che “I Vulnerabili” possa contribuire alla diffusione di una cultura della sicurezza sulla strada? SI 100% NO 0% Lo spettacolo ha una pagina Facebook (prima gruppo, ora pagina) in qui i ragazzi possono lasciare le proprie opinioni, considerazioni, critiche. Tra gli allegati potrete trovare alcuni messaggi lasciati sulla pagina.
    DoRS Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute - ottobre 2014