PROGETTO
Guadagnare Salute a Podenzano - Sviluppare a livello locale la promozione della salute, secondo i principi del programma “Guadagnare Salute"
Obiettivi specificiInterventi
Costruire un gruppo aziendale in possesso delle competenze per realizzare un intervento di empowerment di comunità
  • 1.B: incontri formativi sulla metodologia dell'empowerment di comunità
  • 1.A: Reclutamento degli operatori e costituzione dei gruppi di lavoro aziendali (gruppo di pilotaggio e gruppo di progetto)
  • 1.C: partecipazione, tutorata da formatore, degli operatori a tutte le fasi di progettazione e valutazione.
  • Ricerca azione: ricognizione dei determinanti attraverso la formazione di un “gruppo di comunità” attivo sul territorio oggetto dell’intervento
  • 2.A: contatto con gli stakeholders del territorio
  • 2.B:"giornata del 14 maggio": incontro collettivo con gli stakeholders interessati e costituzione del "comitato promotore"
  • 2.C: facilitazione del "gruppo promotore" costituito da cittadini che promuovono sul territorio il " laboratorio di comunità"
  • Progettazione partecipata di azioni di promozione della salute
  • 3.C: Gruppo tematico: favorire e motivare all'attività fisica alla portata di tutti e sicura
  • 3.D: Gruppo tematico: Far diventare di moda non bere: trovare forme e luoghi di divertimento alternativi
  • 3E: Gruppo tematico: “Laboratorio di alimentazione in rete (unire le risorse del territorio e le etnicità)”
  • 3.A: laboratorio di comunità
  • 3.B: coordinamento unitario e definizione dei percorsi di progettazione per i gruppi tematici
  • Realizzare azioni rivolte ad affrontare i quattro principali fattori di rischio.
  • 4.I: sottoprogetto teatro adulti
  • 4.B: sottoprogetto: gruppi di cammino
  • 4.A: attività di coordinamento e supporto ai cittadini impegnati nella realizzazione delle azioni
  • 4.G: sottoprogetto: orti comuni
  • 4.C: sottoprogetto: pedibus e bicibus
  • 4.F: sottoprogetto: Cucina insieme
  • 4.H: sottoprogetto: mostra dell'Utopia
  • 4.M: la fiera delle attività
  • 4.D: sottoprogetto: parkour
  • 4.E: sottoprogetto: mensa scolastica come momento educativo
  • 4.L: sottoprogetto: corso di teatro bambini
  • Mantenere, sul territorio, una rete di promozione della salute, autonoma dall'Azienda sanitaria
  • 5.A la festa finale
  • 5.B Costituzione dell'associazione di volontariato "Guadagnare Salute a Podenzano"
  • Inserimento : 19/12/2012
    Ultimo aggiornamento : 19/04/2016
    Regione/gruppo capofilaAnno di avvioFaseMandatiFinanziamenti
    Regione Emilia Romagna
    gruppo AUSL Piacenza
    2011TerminatoPiano Nazionale di Prevenzione (PNP)
    Finanziamenti Ministero della Salute
    Responsabili e gruppo di lavoroEnti promotori e/o partner
    Dr.ssa BORCIANI ELISABETTA (responsabile)
    Medico Epidemiologo
    AUSL di Piacenza - dipartimento di Sanità Pubblica
    Email: e.borciani@ausl.pc.it
    Telefono: 0523317902
    Dr.ssa BUONO MANUELA
    Dirigente Medico- dipartimento Cure Primarie
    AUSL Piacenza
    Email: m.buono@ausl.pc.it
    Amministrazione Locale
    Comune di Podenzano
    In fase progettuale; In fase di realizzazione;

    Scuola
    Istituto Comprensivo "G.Parini" scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado - Comune di Podenzano e S.Giorgio Piaentino - via Piave 24 29027 Podenzano
    In fase di realizzazione;

    Azienda Sanitaria
    Azienda Ausl di Piacenza
    Come promotore; In fase progettuale; In fase di realizzazione; In fase di valutazione;

    Regione
    Regione Emilia Romagna
    ;

    Tema di salute prevalenteTemi secondariDestinatari finali
    POLITICHE PER LA SALUTE
    Minori
    Giovani
    Adulti
    Anziani
    Altro
    5.001 -10.000
    Documentazione
  • 7040_report_valutazione_guadagnare_salute_-_maggio_2012.pdf
    Classificazione - Nessuna Classificazione
    Descrizione - REPORT DI VALUTAZIONE FINALE documento redatto dal valutatore indipendente al termine del Progetto, contenente i dettagli della valutazione effettuata

  • 7026_un_altro_modo_per_guadagnare_salute.pdf
    Classificazione - Nessuna Classificazione
    Descrizione - Scommettiamo che... c'è un altro modo per Guadagnare Salute - materiale di comunicazione dei contenuti del progetto

  • 7038_progetto_ccm_guadagnare_salute_doc.pdf
    Classificazione - Documentazione progettuale
    Descrizione - Nessuna Descrizione

  • 7039_report_intermedio_valutazione_-_guadagnare_salute_1_8_11.pdf
    Classificazione - Nessuna Classificazione
    Descrizione - REPORT DI VALUTAZIONE INTERMEDIO documento redatto dal valutatore indipendente al termine della prima fase, contenente i dettagli e gli strumenti della valutazione effettuata

  • 7046_guadagnare_salute_a_podenzano_-_relazione_finale.pdf
    Classificazione - Nessuna Classificazione
    Descrizione - 1----------->RELAZIONE FINALE:Sintesi e guida alla lettura del Progetto e dei suoi risultati

  • http://www.retepromozionesalute.it/bd2_scheda.php?idpr2=3573
    Classificazione - Nessuna Classificazione
    Descrizione - link al progetto "una comunità che guadagna salute"

  • Abstract
    Obiettivo generale
    Sperimentare la progettazione partecipata come processo di empowerment di comunità finalizzato alla promozione della salute. Attraverso i principi, il metodo e le tecniche dello sviluppo di comunità, fare in modo che fosse la comunità, nel suo insieme, a interrogarsi, progettare e a realizzare le condizioni più favorevoli e le azioni più utili ad affrontare i quattro fattori di rischio (fumo, inattività fisica, scorretta alimentazione, abuso di alcol) del programma “Guadagnare salute – rendere facili le scelte salutari”, sviluppando nel contempo le proprie competenze e il proprio capitale sociale. Un modo nuovo di agire e progettare basato sulla PARTECIPAZIONE e sulle relazioni, che ha previsto la collaborazione paritaria fra tutti i soggetti coinvolti e la valorizzazione di tutti gli attori sociali. L’empowerment è stato, nello stesso tempo, strumento e fine. L’idea nasce dall’esperienza dei Piani Per la Salute della Regione Emilia-Romagna che si sono sviluppati prevalentemente con una logica top-down, in cui in cui Enti, Istituzioni e Associazioni hanno agito e predisposto azioni da realizzare all’interno della comunità. Abbiamo tentato di proseguire su questo cammino operando però maggiormente sulla relazione e sui fattori che sostengono la partecipazione e dove la comunità non fosse la destinataria dell’intervento ma partner e reale protagonista delle azioni di promozione della salute. In altre parole, attivare un processo bottom up. Il presupposto è la teoria dell’organizzazione comunitaria, secondo la quale per produrre processi di cambiamento duraturi e sostenibili, deve essere la comunità stessa a far fronte ai propri problemi, a cercare le soluzioni e a sviluppare la motivazione al cambiamento.
    Analisi di contesto
    Podenzano è stato scelto per le caratteristiche geografiche e demografiche, (posizione facilmente raggiungibile, popolazione relativamente più giovane rispetto a molti altri comuni della provincia con presenza di molte famiglie giovani), per le dimensioni (circa 10000 abitanti) e per la presenza di numerose associazioni. Criteri indispensabili erano inoltre la stabilità politica del Comune (non erano previsti cambiamenti nell’amministrazione durante lo svolgimento del progetto) e la disponibilità dell’Amministrazione a sostenere la modalità partecipativa proposta. L’analisi di contesto ha compreso la raccolta di numerosi indicatori demografici e sociali (età media, dimensione delle famiglie, tasso di dipendenza ecc.), il censimento delle associazioni e delle attività produttive del territorio, ed è proseguita, attraverso le tecniche della ricerca-azione partecipata quali interviste semistrutturate e momenti laboratoriali che hanno impiegato tecniche di facilitazione dei grandi gruppi (“Laboratorio di Comunità”). I risultati della ricerca-azione venivano poi restituiti ai cittadini. L’analisi del contesto, pertanto, si è sviluppata in parallelo al coinvolgimento progressivo dei membri della comunità: dapprima gli stakeholders individuati, poi gli altri cittadini sono stati chiamati ad esprimere e riflettere sulle loro aspettative e paure, bisogni e sogni, a condividere la loro conoscenza del territorio rispetto a tutto ciò che riguarda la salute del loro paese per arrivare alla formulazione di una vision e di obiettivi collettivi.
    Metodi e strumenti
    Il Metodo di riferimento è stato quello del "Lavoro comunità" (Martini, 2003), che tenta di declinare operativamente le riflessioni teoriche sullo sviluppo di forme di responsabilizzazione e di cittadinanza attiva, ponendo al centro la pratica delle relazioni e mirando all’inclusione di quei settori che non hanno abitualmente voce. Può essere adottato in tutti i contesti in cui si perseguono obiettivi di cambiamento partecipato, empowerment, sviluppo di competenze e in cui si intenda sostenere i processi di responsabilizzazione dei membri di una comunità e l’impiego delle loro competenze/risorse per la soluzione dei problemi. Fornisce strumenti e chiavi di lettura attraverso cui declinare i processi e le tecniche della ricerca-azione partecipata e della progettazione partecipata In breve le fasi del progetto: - Coinvolgimento dei livelli dirigenziali (AUSL /Distretto e Comune) - Formazione sul “Lavoro di comunità” e costruzione del gruppo degli operatori - Ricerca-azione e coinvolgimento degli stakeholders: cittadini individuati come punti di riferimento per i diversi settori della comunità - Primo incontro collettivo: restituzione dei primi esiti della ricerca e presentazione del progetto. Alcuni stakeholders si impegnano in un “gruppo promotore” - Laboratorio di Comunità : attraverso tecniche di gestione dei grandi gruppi, si costruisce insieme una “vision” condivisa sui temi di Guadagnare Salute - Progettazione partecipata di azioni per Guadagnare Salute e loro presentazione alla cittadinanza attraverso la “fiera delle attività - Realizzazione, con i cittadini, delle 9 azioni scelte e della festa finale del progetto. Il processo di affrancamento dal supporto degli operatori dell’Azienda Usl, passa attraverso la necessità di diventare “un’entità giuridicamente riconosciuta”, per facilitare e mantenere la partecipazione. Per questo i cittadini costituiscono autonomamente l'associazione di volontariato "Guadagnare Salute a Podenzano".
    Valutazione prevista/effettuata
    La valutazione si è svolta con approccio partecipato combinando strumenti quantitativi e qualitativi, con il supporto di un valutatore indipendente. Gli aspetti monitorati includono: - Raggiungimento degli obiettivi specifici: costruzione di un gruppo aziendale in possesso delle competenze necessarie; costituzione di un gruppo di comunità attivo sul territorio oggetto dell’intervento; programmazione condivisa di azioni di promozione della salute; realizzazione delle azioni proposte. - Processo: coerenza con gli obiettivi progettuali, funzionamento del progetto nelle varie fasi, partecipazione e coinvolgimento della comunità. - Esiti a lungo termine a 2-3 anni dal termine del progetto, valutazione, attraverso i 9 domini dell’empowerment di Laverack (2008) e interviste con testimoni privilegiati e questionari, dell’empowerment prodotto. Risultati: - Tutti gli obiettivi specifici sono stati raggiunti - Sono stati contattati 62 stakeholders, di cui 43 hanno partecipato al primo incontro e 19 al comitato promotore. 89 cittadini hanno partecipato al laboratorio di comunità e circa 40 alla progettazione e realizzazione delle azioni. I cittadini coinvolti dalle azioni proposte al termine del progetto erano stati 1250. Gli indicatori raccolti indicano una qualità molto buona della partecipazione, giustificando i buoni esiti del progetto anche nel lungo termine. - Alla valutazione di lungo termine le azioni avviate con il progetto si sono dimostrate sostenibili autonomamente dai cittadini. Nella comunità erano ancora presenti occasioni di partecipazione sui temi di Guadagnare Salute, attraverso l’associazione “Guadagnare Salute a Podenzano”. La lettura attraverso la scala dei domini di Laverack ha consentito di osservare, rispetto ai temi di “Guadagnare Salute” caratteristiche proprie di una comunità “empowered” non osservabili in precedenza. Per verificarne la trasferibilità, il modello è stato riproposto nel progetto “ Una comunità che guadagna salute”
    DoRS Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute - ottobre 2014