INTERVENTO
PROGETTO
SAR-NEUTRAVEL
Obiettivi specificiInterventi
1.Mappare i luoghi, le sostanze e gli stili di consumo anche allo scopo di costituire un punto rete del del National Early Warning System
  • Quadro aggiornato sulla situazione dei consumi e dei rischi correlati nei contesti del loisir notturno piemontese, inserito nei report periodici
  • Contattare precocemente persone utilizzatrici di sostanze al fine di ridurre il più possibile i tempi trascorsi fuori dai programmi dei Servizi
  • Interventi nel contesto del loisir
  • Prevenire e ridurre, i rischi di: •morte per overdose •trasmissione di malattie infettive •rischi di incidentalità alcol-droga correlati
  • interventi nei luoghi del loisir
  • Migliorare l’appropriatezza delle chiamate al 118 e dei ricoveri presso i DEA, previa osservazione e monitoraggio delle condizioni cliniche
  • intervento presso i luoghi del loisir notturno particolarmente a rischio sanitario
  • promozione ed implementazione della rete regionale degli interventi di outreach nell’ambito dei nuovi stili di consumo
  • promozione ed implementazione di un tavolo regionale dei progetti di prevenzione selettiva ed indicata
  • formazione degli operatori dei Dipartimenti di Patologia delle Dipendenze
  • evento formativo " Outreach nei contesti del divertimento- il progetto SAR-Neutravel"
  • " Il progetto SAR-Neutravel: La prossimità nei contesti del divertimento , una lettura dell’esperienza passata, una proposta per il futuro
  • Inserimento : 29/08/2013
    Ultimo aggiornamento : 04/04/2016
    Piano Nazionale Prevenzione 2014 - 2018
    Obiettivi CentraliAzioni RegionaliObiettivi Regionali
    PeriodoNumero
    edizioni
    Ore singola
    edizione
    Totale persone
    raggiunte
    Setting
    01/03/2013 - 17/04/2015721232767Luoghi del tempo libero
    ComuniIstituti
    Torino
    Borgaro Torinese
    Ivrea
    Rivarolo Canavese
    Settimo Torinese
    Greggio
    Ceva
    Casale Monferrato
    Biella
    MetodiCarichi di lavoro
    Educazione / sviluppo di competenze / formazione
  • Counseling
  • Peer education
  • Num. 6 Altra figura o professione - ore 758
    Num. 2 Psicologo - ore 220
    Num. 12 Educatore professionale - ore 1376
    Num. 9 Infermiere - ore 960
    Indicatori di Processo

    N. di gruppi di cammino attivati - Mantenimento dell’attività12/4

    Descrizione dell’interventoDocumentazione
    Distribuzione materiali a scopo di prevenzione dei rischi e dei danni potenziali legati a comportamenti e/o all’assunzione di sostanze. In relazione ai diversi setting (ambienti aperti/chiusi, caldi/freddi, volume e ritmi della musica, …) attraverso la distribuzione di:

    • materiale sterile (in relazione ai contesti ed allo stile di consumo)
    • materiale di profilassi (preservativi, tappi auricolari, liquidi per la reidratazione e altri beni di conforto, per esempio: per la protezione della parete gastrica nel caso dei mix metanfetaminici, etc….
    flyers informativi Secondo le prassi utilizzate nei progetti di prevenzione dei rischi nell’ambito del loisir giovanile. Realizzazione di training formali e informali relativi ai rischi legati ai a comportamenti e/o all’assunzione di sostanze.utilizzando i principi del peer support e della relazione orizzontale. Nei rave l’azione di riduzione dei rischi non si limita alle sole droghe ma anche ad altri danni legati agli elementi costitutivi della festa: predisposizione vie di fuga, neutralizzazione di pericoli legati a strutture fatiscenti, limitazione dell’accesso a spazi particolarmente pericolosi naturali o artificiali (corsi d’acqua, buche, pozzi abbandonati, cavi elettrici o strutture pericolanti, …)Messa in sicurezza dei siti perseguita in collaborazione con gli organizzatori degli eventi, spiegando loro preventivamente l’importanza dell’azione stessa e collaborando attivamente nella messa in sicurezza operativa.
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • Materiale di comunicazione e informazione
  • DoRS Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute - ottobre 2014