INTERVENTO
PROGETTO
SAR-NEUTRAVEL
Obiettivi specificiInterventi
1.Mappare i luoghi, le sostanze e gli stili di consumo anche allo scopo di costituire un punto rete del del National Early Warning System
  • Quadro aggiornato sulla situazione dei consumi e dei rischi correlati nei contesti del loisir notturno piemontese, inserito nei report periodici
  • Contattare precocemente persone utilizzatrici di sostanze al fine di ridurre il più possibile i tempi trascorsi fuori dai programmi dei Servizi
  • Interventi nel contesto del loisir
  • Prevenire e ridurre, i rischi di: •morte per overdose •trasmissione di malattie infettive •rischi di incidentalità alcol-droga correlati
  • interventi nei luoghi del loisir
  • Migliorare l’appropriatezza delle chiamate al 118 e dei ricoveri presso i DEA, previa osservazione e monitoraggio delle condizioni cliniche
  • intervento presso i luoghi del loisir notturno particolarmente a rischio sanitario
  • promozione ed implementazione della rete regionale degli interventi di outreach nell’ambito dei nuovi stili di consumo
  • promozione ed implementazione di un tavolo regionale dei progetti di prevenzione selettiva ed indicata
  • formazione degli operatori dei Dipartimenti di Patologia delle Dipendenze
  • evento formativo " Outreach nei contesti del divertimento- il progetto SAR-Neutravel"
  • " Il progetto SAR-Neutravel: La prossimità nei contesti del divertimento , una lettura dell’esperienza passata, una proposta per il futuro
  • Inserimento : 29/08/2013
    Ultimo aggiornamento : 04/04/2016
    Piano Nazionale Prevenzione 2014 - 2018
    Obiettivi CentraliAzioni RegionaliObiettivi Regionali
    PeriodoNumero
    edizioni
    Ore singola
    edizione
    Totale persone
    raggiunte
    Setting
    01/03/2013 - 17/04/201574122155Luoghi informali
    ComuniIstituti
    Torino
    Borgaro Torinese
    Ivrea
    Settimo Torinese
    Greggio
    Ceva
    Lesegno
    Casale Monferrato
    Biella
    MetodiCarichi di lavoro
    Studio e ricerca
  • Produzione/valorizzazione di nuovi strumenti
  • Sorveglianza
  • Studi qualitativi/quantitativi
  • Num. 8 Infermiere - ore 730
    Num. 9 Educatore professionale - ore 788
    Num. 2 Operatore tecnico - ore 379
    Num. 1 Psicologo - ore 378
    Indicatori di Processo

    N. di gruppi di cammino attivati - Mantenimento dell’attività12/4

    Descrizione dell’interventoDocumentazione
    Elaborazione e somministrazione dei questionari, della conduzione dei focus group e delle interviste, a partire dalle indicazioni dei frequentatori dei contesti target e dagli organizzatori degli eventi, in accordo con le metodologie del R.A.R. (Rapid Assessment Research).Il R.A.R. è un metodo di ricerca di azione e progettazione validato a livello internazionale che permette in tempi rapidi di avere un quadro sufficientemente esaustivo di un fenomeno coinvolgendo direttamente il target e producendo come outcome finale proposte di implementazione del progetto.
    In riferimento alle metodologie del peer support elaborate nella manuale europeo del peer support (1994) attualmente in rielaborazione a cura del sottogruppo di esperti omonimo all’interno della rete europea Correlation.


  • Materiale formativo/educativo
  • esempio di manuale sul R.A.R.
  • Allegato 3
  • Allegato 4
  • Allegato 5
  • DoRS Regione Piemonte - Centro di Documentazione per la Promozione della Salute - ottobre 2014